Castelli aperti

Arte e cultura Valorizzazione

L’Associazione Castelli Aperti è un network di castelli, dimore storiche, musei e giardini del Piemonte.

Nasce nel 1996 per la promozione e la valorizzazione dei beni culturali attraverso iniziative, collaborazioni e pubblicazioni ed è promossa dalla Regione Piemonte e dalle province di Alessandria, Asti e Cuneo.

Partecipano al network un centinaio di dimore e giardini storici del Piemonte e della Liguria con una grande varietà di strutture: dai castelli ai forti, dai giardini ai musei, dai palazzi alle ville, gioielli di architettura di secoli e stili differenti che permettono al visitatore di costruire su misura un gran numero di itinerari per scoprire un territorio ricco di storia e cultura.

Il grande valore di Castelli Aperti risiede nell’includere, all’interno della rassegna, strutture generalmente di proprietà privata, quindi difficilmente accessibili al pubblico, ed i punti di forza dell’iniziativa risiedono nell’alta densità di strutture, nel contesto paesaggistico, nella forte tradizione enogastronomica, nell’originalità della proposta e nella forte collaborazione fra gli aderenti.

Il progetto proposto per il triennio 2019-2021 ambisce a trovare una formula di riordino in grado di preservare l’alto valore di specificità del prodotto turistico proposto e ad aumentare il flusso turistico nell’area del progetto (sia nazionale che internazionale), a creare un turismo culturale sostenibile e ad aumentare le ricadute economiche e occupazionali.

Dal 2019 sono state inoltre create nuove occasioni di valorizzazione delle giornate di Castelli Aperti con la realizzazione di eventi speciali sotto la denominazione di “Castelli in giallo” presso una rosa di castelli di ogni provincia piemontese.

Nel 2020 tali attività di valorizzazione sono state sospese a causa dell’emergenza sanitaria ma nel 2021 è stato possibile nuovamente realizzarle.

Nel 2021 la Consulta ha dato copertura a quota parte dello stanziamento triennale.

In collaborazione con:

Progetti correlati